2 Dicembre 2021

 

 

 

 

 

I Progetti del Polo Meccatronica Valley al Ministero dello Sviluppo Economico

Al fine di perseguire l’obiettivo di accelerare le attività di concertazione relativa alle iniziative progettuali da implementare a Termini Imerese, nella giornata di ieri – 2 dicembre 2021 – una delegazione di aziende del Polo Meccatronica Valley, insieme al Presidente Antonello Mineo, accompagnati dalla Dott.ssa Teresa Alisena assistente europarlamentare dell’On. Annalisa Tardino che supporta la mission del PMV, sono stati ricevuti a Roma presso gli uffici del MISE dal Dott. Luca Annibaletti, coordinatore incaricato dal Ministro Giorgetti per le Aree di crisi industriale complessa, tra cui rientra la zono industriale di Termini Imerese.

Le proposte progettuali, già oggetto di presentazione presso l’Assessorato Regionale delle Attività Produttive della Regione Siciliana nella giornata del 17 novembre, sono state accolte con estremo interesse dal Dott. Annibaletti; si dà così avvio ad una nuova fase di lavoro che condurrà alla convocazione dei tavoli di concertazione specifici su ciascuna proposta progettuale.

GEOS Enterprise fa parte della “Rete” di 50 imprese associate al Polo Meccatronica Valley di Termini Imerese, che governa il piano di resilienza e di sviluppo che opera attraverso l’Incubatore d’impresa di Invitalia, l’Agenzia governativa controllata dal ministero dell’Economia, che ha affidato la gestione della struttura alla “Rete d’impresa” costituita lo scorso mese di giugno in Sicilia.

I progetti che superano i 90 milioni di Euro e le cui linee programmatiche ricalcano le direttrici del Piano nazionale di rilancio e resilienza (PNRR), quindi l’e-mobility, smart grid, fonti rinnovabili, high tech, manifattura avanzata digitale, telemedicina, economia circolare e sicurezza ambientale, prevedono la creazione di centinaia di nuovi posti di lavoro.

Tra questi, il progetto “Sigonelladella Startup innovativa GEOS Enterprise, prevede la realizzazione ed industrializzazione di una piattaforma cibernetica integrata dual-use, multi-ruolo e multi-scenario per il monitoraggio e la sicurezza dei territori.

La piattaforma presenta una serie di elementi innovativi che la contraddistinguono a livello internazionale, grazie ad una serie di brevetti e dispositivi che sono oggetto di privative industriali. Ciò conferisce alla soluzione una valenza strategica sia sotto il profilo tecnologico, sia per quello commerciale, per un valore del progetto 20 milioni di euro e la creazione di un centinaio posti di lavoro a regime.

 

 

 

Share on